Deutsche Bank: possibilità di patteggiamento con gli Usa entro il nuovo anno

Patteggiamento Deutsche Bank Usa

Si riapre la questione Deutsche Bank: l’istituto era salito alle cronache mesi fa, per un vero e proprio crollo in borsa dovuto anche e soprattutto alla maxi multa imposta dagli Stati Uniti d’America per le irregolarità commesse negli anni. Gli scenari che si erano aperti per la banca tedesca erano plurimi: dall’aiuto statale di Angela Merkel alla rinuncia ai bonus degli ex dirigenti.

Nelle ultime ore però si è affacciata la possibilità di un patteggiamento Usa-Deutsche Bank, che potrebbe avvenire tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo: il Dipartimento di Giustizia statunitense sembrerebbe infatti disposto a giungere ad una ” pace” in merito alla diatriba sub prime del biennio 2005-2007. Secondo quanto riportato da Reuters infatti la maxi multa potrebbe essere edulcorata, imponendo a Deutsche Bank un pagamento notevolmente inferiore rispetto ai 14 miliardi originari.

Dal mese di settembre infatti, periodo in cui gli Usa avevano di fatto notificato la sanzione a Deutsche Bank, sono in corso dei tentativi di accordo tra le due parti in causa, che potrebbero essere finalmente messi a frutto: a conferma di ciò, Cyran, al momento al comando della banca tedesca avrebbe cancellato qualsiasi bonus destinato ai senior manager previsto per la fine dell’anno.

Jp Morgan e i suoi analisti l’avevano previsto mesi fa: un multa di circa due miliardi e mezzo avrebbe potuto rappresentare una buona soluzione della controversia: qualsiasi cifra che superasse invece i 4 miliardi di dollari avrebbe danneggiato irrimediabilmente il capitale della banca, risultando dunque impraticabile.

In questo momento Deutsche Bank si trova in una situazione delicata dal punto di vista azionario: nei giorni scorsi ha registrato infatti un calo superiore al 4%, dovuto anche al giudizio di Citigroup. Solo successivamente ha registrato un lieve rialzo, positivo ma non determinante, che tende a confermare l’instabilità del titolo, giudicato tra i più inaffidabili di tutto il mercato azionario. Impossibile non notare le somiglianze con la nostra Monte Dei Paschi, che si trova in una situazione altrettanto difficile, anche alla luce delle irregolarità in cui sono state entrambe coinvolte.

Se entro Natale o Gennaio si giungesse davvero al patteggiamento Deutsche Bank- Stati Uniti d’America il titolo potrebbe avere una scossa in positivo, seppur con le dovute riserve.