Continua l’assalto di Vivendi a Mediaset, il gruppo francese sale al 28,8%: arriva la Consob

Mediaset grandi nomi per la prossima stagione televisiva

Si chiude un’altra giornata a Piazza Affari e la storia tra Mediaset e Vivendi si arricchisce di un ulteriore capitolo. Tramite un annuncio a mezzo stampa il gruppo francese a reso noto di detenere il 28,8€ di Mediaset, molto vicino alla quota del 30% oltre la quale sarebbe chiamato a lanciare un’OPA pubblica.

Inoltre fanno sapere da Vivendi di avere ormai il 29,94% sui diritti di voto, aspetto non da poco visto che Vincet Bolloré partiva dal 3% del biscione soltanto qualche mese fa.

Intanto la quotazione del titolo perde oltre il 12% a Piazza Affari portandosi a quota 4€, con più di 54 milioni di azioni passate di mano in una sola giornata, circa il 4,6% dell’intero capitale.

La frenata arriva dopo le straordinarie performance degli ultimi giorni, che avevano portato il titolo Mediaset a guadagnare oltre il 70% in soli 10 giorni.

I vertici di Mediaset dalla Consob

Intanto mentre Vivendi tenta la scalata a Mediaset, una delegazione di rappresentanza del Biscione è stata sentita negli uffici della Consob, la Commissione Nazionale di Vigilanza per le società e la Borsa, guidata dal chief financial officer Marco Giordani.

L’incontro durato circa un’ora ha riguardato il racconto dell’intera vicenda tra Mediaset e Vivendi, fin dal mancato affare di Mediaset Premium e la ritirata dei francesi dopo la denuncia sui conti.

Alle domande dei giornalisti al termine della riunione, Giordani ha risposto con un ” Non dovete chiederlo a me” alla domanda su una possibile Opa da parte del gruppo Vivendi.

Intanto è atteso per venerdì mattina il ceo del gruppo francese Arnaud de Puyfontaine, che dovrà rispondere alla Commisione dell’esposto di Mediaset per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate.