Confindustria: siamo in ripresa ma tasse troppo alte

Confindustria siamo in ripresa ma tasse troppo alte
Confindustria siamo in ripresa ma tasse troppo alte

Secondo la Confindustria l’Italia ha agganciato la ripresa, ma le tasse restano ancora troppo alte, sono la vera zavorra del Paese.

L’economia italiana mostra segni di ripresa, e l’associazione presieduta da Squinzi prevede un rialzo delle stime del Pil per l’anno in corso rispetto allo 0.8% indicato a giugno.

Secondo Confindustria la priorità dell’Italia è di rafforzare la lenta risalita dell’economia proseguendo lungo la strada delle riforme strutturali, ivi compresa la riduzione del carico fiscale che zavorra la competitività delle imprese.

Sostanzialmente la posizione di Confindustria è quindi quella del governo, dal momento che Matteo Renzi ha recentemente annunciato un consistente piano di riduzione delle tasse per circa 50 miliardi nell’arco della legislatura.

E per le stesse imprese dovrebbe arrivare un taglio dell’Ires per il 2017.

Il tutto, nel quadro di un rilancio generale della crescita, rinunciando a quel clima di austerità al quale sembrano particolarmente affezionati alcuni Paesi europei, Germania in testa.

In questo senso la linea di politica economica italiana differisce molto da quella piuttosto statica e inconcludente che ha portato la UE a fossilizzarsi sui risparmi e sul contenimento delle spese, piuttosto che nella crescita.

About Redazione 936 Articles

Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.