Concorso Polizia di Stato 2017: requisiti e come partecipare

Concorso Polizia di Stato

La Polizia di Stato ha indetto un concorso, per ben 1000 aspiranti allievi agenti. Il concorso sarà aperto anche ai civili, e sarà sufficiente la licenza media come titolo di studio.  Sulla Gazzetta Ufficiale non è ancora apparso il bando, atteso per l’inizio del nuovo anno e rinviato, probabilmente, per la decisione di mettere a disposizione più posti: inizialmente infatti le figure ricercate erano meno della metà, per la precisione 488.

Nonostante l‘attesa, dunque, il rinvio potrebbe risultare un’ottima notizia per tutti i candidati, che aumentano di fatto le proprie probabilità di successo, ovviamente se il numero degli allievi richiesti verrà confermato con la pubblicazione del bando. Questo sarà il primo concorso che beneficerà di un decreto legislativo risalente al 2014, in cui si stabiliva che il 50% dei posti banditi dovesse essere riservato ai civili.

Come candidarsi

Le informazioni esatte riguardo l’inoltro della propria candidatura non sono ancora certe, a causa del ritardo nella pubblicazione, ma probabilmente, analogamente agli altri concorsi , si dovrà usufruire del sito del Ministero dell’Interno, in particolare della sezione Concorsi, e inviare la propria domanda telematicamente. Scadenze esatte e date verranno stabilite dal bando, in uscita presumibilmente nei primissimi mesi del 2017.

I requisiti e le prove

La caratteristiche indispensabili per accedere al concorso sono le seguenti:

  • Cittadinanza italiana
  • Godimento di diritti civili e politici
  • Età minima di 18 anni
  • Età massima di 30 anni
  • Nessuna condanna penale
  • Nessuna espulsione dalle FA
  • Licenza di scuola media inferiore

Coloro che sono in possesso dei requisiti potranno accedere alle prove d’esame, che consisteranno in uno scritto a risposta sintetica o multipla riguardo argomenti di cultura generale, un test in una lingua straniera indicata dal candidato in fase di compilazione della domanda e un test per verificare le abilità informatiche. Tutti coloro che riporteranno una valutazione pari ad almeno 6/10 nelle prove , potranno proseguire il proprio iter sottoponendosi agli accertamenti psichici ed attitudinali.

In questo caso , secondo le nuove disposizioni del Consiglio dei Ministri, l’altezza non sarà un parametro determinante. I vincitori del concorso frequenteranno un corso di 6 mesi, che se superato consentirà loro di lavorare come agente in prova. Allo scadere dei 6 mesi di prova, gli agenti idonei verranno assegnati ad un reparto come agenti effettivi, in una regione diversa dalla loro.