Chirurghi denunciano: i bisturi che ci sono dati non tagliano; rischi per i pazienti

Chirurghi denunciano: i bisturi che ci sono dati non tagliano; rischi per i pazienti
Chirurghi denunciano: i bisturi che ci sono dati non tagliano; rischi per i pazienti

La denuncia dei Chirurghi italiani è, nello stesso tempo,incredibile e allarmante. Sappiamo tutti la proverbiale capacità di taglio del bisturi, strumento principe dei chirurghi, eppure sembra che i tagli alle spese sanitarie abbiano dato in mano ai nostri bravissimi chirurghi, strumenti assolutamente inadeguati. La denuncia dell’organizzazione nazionale dei medici chirurghi, è chiara: con i tagli alla spesa sanitaria, è stato acquistato materiale scadente, di bassa qualità, che non consente di lavorare nelle migliori condizioni e con rischio per i pazienti.

Tra tutto il materiale scadente, i chirurghi lamentano particolarmente che i bisturi di cui vengono dotati per gli interventi, non tagliano. Questo provoca alcune negatività per il paziente, e anche per chi opera: un bisturi che non taglia, necessita di più forza e aumenta il rischio di incidere oltre il dovuto. Inoltre, un taglio fatto con più forza, traumatizza maggiormente la cute e aumenta il rischio di infezioni.

A livello estetico, è chiaro che un taglio meno preciso darà anche risultati estetici più scadenti. Insomma, la bravura di un chirurgo, rischia di essere inficiata da uno strumento inadeguato. E’ questo il risparmio che la Stato vuole sulla sanità?

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.