Borsa Italiana Quotazioni oggi martedì 24 gennaio 2017: azioni Generali spiccano il volo a +5,11%

Quotazioni Generali nella Borsa Italiana

In attesa dei primi dati della riapertura dei mercati di questa mattina, è forse utile fare un punto della situazione sulle quotazioni di Generali che ieri è stato il titolo più scambiato della Borsa Italiana. Tra scetticismi e rumors queste le vicende di ieri.

Borsa Italiana, Quotazioni Generali faro in un mare nero

Negativa la giornata di ieri per la Borsa Italiana che è crollata a picco, chiudendo con un sonoro -2,9 trascinata giù dalla politica protezionistica di Donald Trump e dal comparto bancario che ha registrato forti perdite.

In questo malessere generale a brillare sono le quotazioni di Generali Assicurazioni che chiudono a un +3,94%, mentre quelle di Banca Generali sono arrivate a toccare quota +6,11%. Il gruppo assicurativo vale 14,25 euro ad azione, quello bancario 25,36 euro.

I motivi di questo inatteso innalzamento del valore delle azioni di Generali è da ricercare nella notizia dell’acquisizione della compagnia triestina del 3,01% di Intesa Sanpaolo, l’operazione è stata realizzata con in prestito di titoli.

Un acquisto improvviso che potrebbe mettere la parola fine al tentativo di scalata che Intesa Sanpaolo, secondo alcune voci di corridoio, e Allianz stavano tentando di attuare. Con l’acquisizione del 3,01%, infatti, Generali ha acquistato il diritto di voto relativo a 505 milioni di azioni di Intesa Sanpaolo, sufficienti ad avere voci in capitolo.

Gli analisti hanno dubbi sui rumors, intanto Consob tiene sotto controllo la situazione

Sulla situazione si sono espressi nella serata di ieri anche gli analisti che si dichiarano scettici in merito alle voci circolate sulla possibile acquisizione di Generali da parte di Intesa e Allianz.

Secondo gli esperti, infatti, tutta l’operazione fallirebbe per via dei problemi con l’antitrust. Allinaz è la terza società più grande d’Italia e la prima società in Germania dove pure Generali ha una grossa quota di mercato.

Inoltre gli esperti trovano impossibile il take over di Allianz anche per cause politiche, oltre che di violazione delle regole di antitrust.

Per quanto riguarda Intesa Sanpaolo, invece, gli analisti considerano elevato il rischio di integrazione dei business dell’istituto bancario con il core d’affari di Generali. Troppo elevato per poter considerare le voci come evento certo.

Intanto la Consob ha fatto sapere che sulla situazione ha avviato un’azione di monitoraggio per evitare che siano commesse  delle illegalità. L’ente incaricato di sorvegliare sulla borsa italiana, ha fatto sapere che come al solito quando ci sono strane oscillazioni di titoli scatta l’attività di controllo.

Intanto si incassano i no comment dei diretti interessati. Uno su tutti quello di Gian Maria  Gros Pietro – presidente di Intesa Sanpaolo – che, intervistato a margine della cerimonia di consegna del premio Cavour, ha dichiarato di non voler commentare le ipotesi di acquisizione.

Ma la situazione di Generali è tutt’altro che roesa. Secondo le ultime previsioni, infatti, il prossimo cda di Generali potrebbe vedere l’uscita di scena dell’attuale cfo della compagnia, Alberto Minali, considerato un evento negativo vista la competenza tecnica e di gestione del cfo in carica.