Borsa italiana oggi: quotazioni del 19 Dicembre, bene Saipem e Mediaset, Mps in forte calo

Giornata difficile quella di oggi sulla Borsa Italiana. Le quotazioni del 19 Dicembre, infatti, ci mostrano una Piazza Affari fortemente contrastata. Ad ancorare il nostro indice ci pensa, ancora una volta, il titolo del Monte dei Paschi di Siena. 

Quotazioni Borsa Italiana oggi: male Mps nel giorno dell’aumento di capitale

Tra i titoli in perdita sul Ftse Mib spunta, ancora una volta, Mps che il giorno dell’aumento di capitale non riesce a fare prezzo. Al momento si registra una perdita del 9% circa. In sostanza oggi si aprirà la 3 giorni dedicata al collocamento del capitale fresco della banca presso gli investitori privati (si parla anche di un fondo cinese).

Ma il mercato sembra credere poco in un possibile salvataggio della banca. Quello che sembra essere certo, anche analizzando l’andamento delle ultime settimane della Borsa Italiana, è che il titolo è stato oggetto della speculazione. Pertanto è fondamentale fare chiarezza per evitare che ulteriori perdite gravino sugli azionisti.

Borsa Italiana oggi: le quotazioni dello spread, del cambio euro dollaro e del petrolio

Come abbiamo detto le borse europee stazionano, tutte, sulla parità. Il cambio euro dollaro, invece, è sceso in area 1,042 mentre il petrolio si è ormai assestato sulla quotazione di 55 dollari al barile. In leggero rialzo le quotazioni dell’oro, che ora quota 1139 dollari l’oncia.

Molto bene anche lo spread che scende a 151 punti base. Quest’ultimo valore è, per noi, molto importante. Come sappiamo, infatti, la Borsa Italiana è esposta verso il sistema bancario e uno spread sotto controllo è uno degli aspetti principali per dare respiro alle quotazioni dei titoli.

Piazza Affari: i titoli migliori e peggiori di oggi

Tra gli altri titoli azionari segnaliamo Saipem, in rialzo di oltre 4 punti percentuali, Mediaset e Telecom, entrambe le azioni sono sopra il 2% e Italgas (+1,39%). Oltre a Mps sono in territorio negativo anche Unicredit, Azimut e Banca Mediolanum.

Ancora una volta, quindi, possiamo dire che il problema del nostro indice Ftse Mib sia l’eccessiva esposizione verso i titoli del comparto bancario. La Borsa Italiana, infatti, è sempre più oggetto di facili attacchi speculativi perchè al suo interno mancano titoli forti in comparti che non siano quello bancario. Un problema che sta rendendo la nostra borsa facile preda di speculazione a discapito degli investitori di lungo periodo che dirottano le proprie finanze altrove.