Borsa Italiana: ancora forti ribassi in tutta Europa. Male Sterlina e Euro

Ennesima giornata negativa per la Borsa Italiana, così come per le principali piazze europee che stanno continuando a perdere terreno su tutti i fronti. Milano perde oltre il 2% così come Parigi, mentre il Dax fa meglio, seppur di pochissimo, perdendo circa l’1,80%. Male anche la Sterlina, la valuta britannica è ai minimi dal 1985, e l’euro, che torna ad avvicinarsi a 1,10 sul dollaro.

Sale, ovviamente, il prezzo dell’oro che in questo momento di forte preoccupazione viene considerato un bene rifugio in cui parcheggiare la liquidità. Lo stesso accade, se vogliamo, al dollaro che cresce su tutte le principali valute internazionali.

Ancora una volta, quando non si sa che pesci prendere, i grandi fondi tornano sul sicuro e quindi, comprano dollari nonostante l’economia americana abbia rallentato la propria corsa. Nonostante questo, infatti, l’economia Usa rimane estremamente più solida di quella europea, sempre più flagellata da disoccupazione e divisioni interne, e di quella cinese che deve fare i conti con una brusca frenata delle esportazioni.

Da segnalare il caso di Mps che oggi sale in borsa. Questo, però, è dovuto al divieto della Consob di effettuare vendite allo scoperto sul titolo, mossa che ha generato delle ricoperture. Non ci resta che capire se lo scudo che si sta mettendo a punto aiuterà, la banca più antica del mondo, a superare questa crisi. In caso contrario è meglio essere pronti al peggio.