Bonus Dipendenti Ikea: importo, a chi spetta e cosa è destinato

Bonus Ikea

L’azienda svedese di arredamento Ikea è ormai famosissima in tutto il mondo ed è diventato un vero e proprio punto di riferimento per coloro che vogliono abbellire la propria casa con un budget contenuto. I punti vendita Ikea rappresentano inoltre un vero e proprio spazio ricreativo, grazie anche alla presenza di caffetterie e ristoranti al suo interno.

Ciò che non ci si aspetta quasi mai dalla grandi aziende, per un sorta di diffidenza inconscia, è che possa avere davvero a cuore i propri dipendenti: Ikea in questo rappresenta una vera e propria eccezione. Negli ultimi giorni infatti si è diffusa a macchia d’olio la notizia del Bonus Dipendenti Ikea; ma di cosa si tratta davvero?

L’azienda svedese ha deciso di destinare al proprio personale un buono di 899 euro a dipendente, per un investimento totale pari ad oltre 108 milioni, per integrare la pensione dei dipendenti. Nel dettaglio, l’azienda ha deciso di premiare l’impegno e la lealtà dei propri collaboratori, aiutandoli per il futuro. La notizia è stata annunciata da Bélen Frau, manager Ikea Italia, che ha espresso tutta la propria soddisfazione per l’iniziativa.

Il bonus pensione da 899 euro sarà destinato a tutti coloro che hanno stipulato con Ikea un contratto di lavoro full- time, mentre per i lavoratori part time il premio sarà calcolato in base alle ore previste dal contratto. L’iniziativa appena sbarcata in Italia è stata proposta anche in altri paesi dove opera Ikea, tra cui l‘Inghilterra, presso cui ha riscosso un grandissimo successo. Lo scorso anno infatti, nel periodo natalizio, i dipendenti Ikea inglesi hanno ottenuto ben 1200 euro da aggiungere al proprio fondo pensionistico.

Se l’iniziativa dovesse essere confermata per i prossimi anni, i dipendenti si troverebbero con un numero di contributi maggiore rispetto a quelli che effettivamente sono ogni mese detratti dalla loro busta paga.

Il colosso svedese a livello internazionale ha scelto una politica volta a guadagnarsi il rispetto e la lealtà del proprio personale dipendente, cercando di mantenere rapporti pacifici. Il sostegno aziendale ai dipendenti si riconferma una misura particolarmente utile anche per la produttività, e potrebbe essere d’esempio a molte altre grandi aziende, spesso colpevoli di considerare i propri dipendenti solamente come sottoposti e non come collaboratori e parte attiva del progetto aziendale.