Azioni Fiat Chrysler – FCA: previsioni andamento e quotazione, utili a 2,5 miliardi

Azioni Fiat Chrysler - FCA

Notizie positive per le azioni Fiat Chrysler – FCA, il bilancio dell’azienda chiude in positivo con risultati record, il presidente Trump chiede all’azienda di produrre maggiormente negli USA promettendo degli sgravi fiscali e riduzione della tassazione. Intanto l’utile sale a 2,5 miliardi di euro. Tutte queste sono notizie che hanno favorito il titolo in borsa.

Azioni Fiat Chrysler – FCA, indebitamento in diminuzione e utile da record. La primavera di FCA

Azioni Fiat Chrysler – FCA particolarmente favorite in quest’inizio del 2017. L’azienda italo-americana non può che dirsi soddisfatta degli ottimi risultati che ha potuto presentare con la chiusura del bilancio 2016. Utile in netto aumento e indebitamento generale pronto a scendere.

Cifre da record per il 2016. L’utile netto dell’azienda si ferma a 1,814 miliardi di euro, in aumento rispetto allo scorso anno che chiuse con un utile di 93 milioni. In positivo anche il profitto netto adjusted, al netto delle campagne di richiamo e svalutazioni, che segna 2,5 miliardi.

In linea con il 2015, invece, i ricavi netti, che sono stati di 111 miliardi, e le consegne globali che hanno fatto registrare 4.720.000 di veicoli distribuiti in tutto il mondo. Buone anche le performance di Jeep che nell’anno ha segnato un aumento delle consegne del 9% che corrispondo a un milione e 400 mila veicoli consegnati.

Le ottime prestazioni hanno spinto in alto le azioni del gruppo anche in vista delle previsioni che non possono che far presagire un’ottima annata anche per questo 2017.

Trump promette sostegno e mano morbida sui temi ambientali

Non si può dire che, però, il gruppo FCA possa adagiarsi sugli allori. Nei giorni scorsi l’azienda è stata accusata dalle autorità americane di aver falsificato i test delle emissioni dei veicoli diesel distribuiti negli USA. Una rogna che Marchionne ritiene facilmente superabile.

Dall’altra parte il gruppo dovrà lavorare anche alla richiesta del Presidente Trump che vorrebbe maggiori investimenti per la produzione automobilistica a Detroit. In cambio, però, Trump promette un taglio netto sulle tasse e una mano più morbida in materia ambientale.

Intanto notizie positive giungono anche sulla questione indebitamento. L’azienda durante il 2016 avrebbe migliorato anche quest’aspetto facendo scendere di mezzo miliardo la voce debiti netti, con un valore che si ferma a 4,6 miliardi. Positiva anche la liquidità disponibile che a fine del 2016 si registra a 23,8 miliardi.

Il gruppo FCA non ha intenzione di fermarsi qui. In una nota la società, infatti, fa sapere che entro il 2017 l’azienda si aspetta che i ricavi netti saliranno a 115-120 miliardi di euro, l’utile netto adjusted salirà sopra la quota di 3 miliardi di euro e l’indebitamento aziendale scenderà sotto i 2,5 miliardi.

Previsioni più che rosee che hanno fatto balzare in su il titolo nei listini azionari. Le azioni Fiat Chrysler – FCA valgono ora un +1,18%.