Atene – 23 per cento in Borsa alla riapertura

Atene – 23 per cento in Borsa alla riapertura

Partono dalla Siria i raid Usa contro l’Isis
Partono dalla Siria i raid Usa contro l’Isis, dopo l’autorizzazione del Presidente Barack Obama.
Ufficialmente i raid servono a difendere e appoggiare i ribelli siriani addestrati dagli americani nell’ambito della strategia anti Isis. La decisione Usa è arrivata, ma è stata sofferta, dopo che c’è stato un dibattito di circa un mese sul da farsi.
Alistair Baskey, portavoce ufficiale della Casa Bianca, ha affermato che “questi gruppi di ribelli sono stati addestrati ed equipaggiati per combattere contro lo Stato Islamico”. Ma in realtà non si capisce bene se questi irregolari possano combattere anche contro le milizie più o meno regolari del criminale siriano, il presidente Al Assad.
La situazione, dunque, è molto complessa in quella regione del vicino oriente. I Turchi combattono contro i Curdi, l’Isis e qualche volta contro Assad. Assad combatte l’Isis, è neutro verso i Curdi e qualche volta combatte contro i Turchi. I Curdi combattono l’Isis e le milizie turche. Gli americani, per i loro interessi, si servono talvolta degli uni, talvolta degli altri.
Insomma, tutti contro tutti in una regione dove l’idea della pace sembra un lontano ricordo. Ammesso che qualche volta una vera pace ci sia mai stata.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*