Asta bloccata per l’ex lager nazista

allasta-ex-lager

Le Ferrovie della Polonia avevano messo all’asta i resti di un campo di sterminio nazista di Belzec.
In questo lager morirono centinaia di migliaia di ebrei, ma questa vergognosa asta è stata bloccata. Il prossimo 22 giugno per 39mila euro sarebbe stata venduta al miglior offerente, che sarebbe stato l’ex Kommandantur, il luogo da cui le SS gestivano l’organizzazione del campo di concentramento nazista.

L’area del lager di Belzec è parte del Memoriale di Majdanek. Belzec è il secondo campo di sterminio dei nazisti.
Una nota delle Ferrovie, PKP S.A., scrive di aver annullato la gara lunedì «per mancanza di interesse.
Il Museo di Stato di Majdanek e il comune di Belzec stanno pensando ad una nuova idea per destinare il lager di Belzec
Katarzyna Mazurkiewicz, portavoce delle Ferrovie, ha dichiarato che «PKP si impegneranno garantire che le proprietà che hanno un valore storico, vengano trasferite ai governi locali gratuitamente. Faremo ogni sforzo perché l’ex Kommandantur passi a un Museo o una Fondazione in conformità con la legge».
L’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti aveva lanciato una petizione: «Facciamo appello all’Unione Europea e in particolare a Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, perché sia impedito lo smantellamento di questo luogo di memoria».
L’ANED ha commenta : «A tutti coloro che si sono mobilitati per la positiva conclusione di questa incresciosa vicenda va il pensiero grato degli ex-deportati nel lager nazisti. Questa è l’occasione per ribadire alle istituzioni internazionali, europee e mondiali, che quei luoghi di dolore nei quali si è consumato lo sterminio nazista siano tutelati dall’Unesco come ‘Patrimonio dell’Umanità’».

About Redazione 936 Articles
Contenuti pubblicati dalla redazione di Piazza Armerina, scritti a quattro mani da più content writer, sempre aggiornati con le ultime news dal web.