Animali con la N: elenco e caratteristiche

La natura da casa, nutrizione e protezione a molte specie di animali che, nonostante la diversità, vivono a stretto contatto.

Prede e predatori hanno lo stesso destino nella vita di tutti i giorni, ed è meglio che i primi scappano per sopravvivere e i predatori devono correre per sopravvivere e non morire di fame.

Ecco un elenco di tanti e diversi animali che tra generi, specie e caratteristiche hanno in comune l’iniziale dell’alfabeto N.

Elenco e caratteristiche:

  • Nabarlek: è marsupiale che vive in Australia ed è molto simile al Wallaby ma molto più piccolo, il colore del pelo è sul grigio, con riflessi rossi e macchie nere. Caccia di notte e si nutre di erbe e verdure selvatiche.
  • Nandù: altra specie di struzzo ma più piccola, vive in America Latina, Brasile e Patagonia. Ha un piumaggio grigio e bruno.
  • Narvalo: cetaceo simile al beluga. Possiede un corno sulla fronte, che in realtà dovrebbe essere un dente canino e lo usa per bucare il ghiaccio sottile per poter respirare uscendo momentaneamente da sopra il ghiaccio oppure per stordire le prede. Come predatori ha orche, ossi polari e anche gli eschimesi dato che vive nelle zone ghiacciate del Polo Nord.
  • Nasello: pesce di acqua salata che si trova tra i fondali del Mar Mediterraneo ad una profondità che può arrivare fino ai 400 m e anche 1000. Cambia alimentazione a seconda della crescita, da giovane si nutre di crostacei, da adulto riesce a cacciare le seppie, ma possono diventare cannibali con i giovani pesci della propria specie. Il loro corpo è lungo e slanciato, assomiglia molto al Luccio.
  • Nasica: Scimmia che vive nelle foreste tropicali del Borneo. Il maschio è grande circa 70 cm, e la coda è più lunga di lui di 10 cm (80), mentre le femmine sono più piccole. La particolarità di questo animale sta nel naso, negli esemplari maschi è presente un’appendice che può raggiungere i 17 cm di lunghezza che fa da richiamo sessuale, le femmine invece hanno il naso all’insù.
  • Nautilo: è uno dei molluschi più strani e antichi di cui si sono trovati i resti e che si sono visti esemplari in cattività nel 1829. È considerato un pesce abissale perché si trova a 500 m di profondità e anche oltre, vive dentro una conchiglia grande 20 cm di diametro, il suo corpo è nascosto tranne gli occhi che escono dalla fessura insieme al becco e ai tentacoli.
  • Nemertino: verme che vive nelle acque salate, ma altre specie lo si può trovare pure nelle acque di fiume. Possiedono una proboscide che usano per cacciare e spostarsi.
  • Nibbio: rapace grande circa 60 cm il maschio, mentre la femmina è sui 70 cm. Si trova in Europa, più in Italia, Spagna, Germania e Francia Asia e Africa. Vive e caccia nei boschi durante il giorno e si nutre di piccoli mammiferi come i roditori, altri piccoli uccelli e pesci.
  • Nilgau: grossa antilope indiana alta 1.40 cm, lunga circa 190 e può arrivare a pesare fino a 230 kg. Il colore del manto è sul marrone chiaro tipo sabbia nei maschi, mentre nelle femmine è sul grigio.
  • Nitticora: uccello più piccolo dell’airone. Il piumaggio è tutto bianco, il becco è nero e il collo è corto.
  • Nottola: altra specie di pipistrello presente in Europa e parte dell’Asia. Grande circa 80 mm, si nutre di insetti, coleotteri e falene notturne.
  • Nudibranchi: insieme di molluschi come le lumache di mare dalle varie dimensioni e colori accesi della pelle.
  • Nutria: mammifero e roditore acquatico molto simile al castoro, solo che la coda è di dimensioni medie e stretta.
  • Nyala: antilope originaria del Sud Africa. Il maschio è grande 110 cm mentre la femmina sui 90 cm, i maschi hanno le corna rivolte verso l’alto e a spirale. Il pelo del maschio è lungo e marrone scuro, tranne lungo la schiena che presenta una striscia lunga e bianca, il manto della femmina invece è marrone chiaro tipo sabbia con delle striature bianche.