Alibaba continua l’inseguimento di Amazon: società cinese pronta a lanciarsi nel settore della vendita offline

Il colosso cinese delle vendite online Alibaba guidato da Jack Ma, che vanta un patrimonio di quasi 29 miliardi di dollari, continua ad inseguire un altro gigante, Amazon, che da qualche tempo si è lanciato negli investimenti sulla vendita offline.

La diversificazione degli investimenti potrebbe essere un evento normale per una società, ma quando si parla di Amazon ed Alibaba niente lo è, basti pensare che i vertici del colosso cinese si dicono preoccupati per il rallentamento delle vendite del gruppo, che dovrebbero attestarsi su un più 16%.

Dopo l’acquisto del 20% di Suning, una delle aziende più grandi nel settore dell’elettronica, Alibaba ha appena portato a termine l’acquisto del 32% di Sanjiang shopping Club per quasi 300 milioni di dollari.

Si tratta di un’azienda che controlla oltre 160 negozi, attivi nel settore delle vendite di prodotti alimentari. Con questo nuovo tipo di operazioni, Alibaba sta cercando di tagliare fuori fornitori e distributori, in modo da poter fornire direttamente i prodotti ai suoi clienti.

Inoltre Jack Ma sta aprendo anche dei negozi sulla scia di Eataly, dove è possibile trovare vendita di prodotti alimentari ed anche ristoranti, con una particolare attenzione al Made in Italy ed un servizio di vendita online e consegna gratuita.

Alibaba apre negozi, Amazon sbarca a Vercelli

Mentre Alibaba compra ed apre negozi reali e non virtuali, Amazon continua con la sua politica d’investimenti in Italia, con l’annuncio della costruzione nel Vercellese di un polo logistico di oltre 100 mila metri quadrati.

Si tratta di un investimento per Amazon di oltre 65 milioni di euro, che si stima porterà alla provincia oltre 600 nuove assunzioni, molte delle quali a tempo indeterminato.

È una ottima notizia per una regione in crisi come il Piemonte, sia per la ricaduta occupazionale della zona, sia per la possibilità per molte ditte di ricevere una ricaduta indiretta, tramite le forniture di beni e servizi per la costruzione dei capannoni.