Acido lattico durante l’allenamento: quali sono i rimedi?

La produzione di acido lattico è una reazione naturale nei muscoli “stressati”. Tutti possiamo provare dei dolori dopo un allenamento intenso oppure anche dopo una buona passeggiata. Gli sportivi agonistici o anche i semplici appassionati che si sottopongono ad una grande e continua attività fisica, hanno sempre bruciori ai muscoli. Ebbene, questo fastidio è dato proprio dall’acido lattico. Per ridurre la sua produzione basta seguire un metodo di allenamento, come:

  • Regolazione della respirazione
  • Stretching
  • Allenamento con pause frazionate
  • Stretching di defaticamento
  • Massaggio

Seguendo questi passaggi, anche a livello amatoriale, si garantisce una riduzione dell’acido lattico.

Cos’è l’acido lattico

L’acido lattico si presenta nei muscoli stressati, cioè quello che sono ormai stremati dall’attività fisica. Le persone sedentarie che fanno una buona passeggiata, senza stretching, quando si riposano avvertono dei forti dolori. I muscoli indolenziti hanno difficoltà a piegarsi.  Il bruciore che si prova deriva proprio dalla produzione di acido lattico. Ogni volta che si stressa un muscolo, per attività fisica oppure per movimenti improvvisi, si frattura. Avete letto bene, si strappa o danneggia.

Non si ha una recisione delle fibre muscolari per fortuna. Per avere una immediata cicatrizzazione e una buona elasticità, ecco che si produce l’acido lattico. Il problema di non smaltirlo o assorbirlo immediatamente ha delle conseguenze nei giorni avvenire. Per usare un esempio alla “fantozziana”, si ha un blocco di tutti i muscoli del corpo. Le ginocchia e le braccia sono doloranti ad ogni movimento. Si avverte una sensazione di intorpidimento. Ci sono diversi gonfiori sul corpo che sono anche le parti più indolenzite. Per non soffrire di questi problemi, ci sono dei rimedi per assorbire immediatamente l’acido lattico.

Rimedi ultra naturali, semplici e piacevoli

Diffidate da fantomatici e miracolosi rimedi per l’assorbimento dell’acido lattico. Ci sono dei rimedi ultra naturali che da sempre costituiscono le soluzioni ideali per quanto riguarda l’assorbimento dell’acido lattico. Prima di tutto un bel bagno caldo. Dopo un allenamento intenso, è consigliabile fare un bagno caldo perché esso distende la muscolatura. Il calore aiuta ad aumentare il flusso della circolazione sanguigna. Il sangue è uno “spazzino” del corpo e “porta via” proprio l’acido lattico.

I dolori sono particolarmente intensi? Allora unite alle acque calde un paio di cucchiai di bicarbonato. Questo elemento naturale offre una rigenerazione cellulare e un rapido assorbimento dell’acido lattico. Un altro rimedio naturale è quello degli impacchi di sale e acqua. Sfregare e massaggiare del sale grosso sulla muscolatura indolenzita, stimola sempre la circolazione. I traumi eccessivi, che possono essere dati da allenamenti eccessivi o strappi muscolari, richiedono degli impacchi di ghiaccio.

Acido lattico nei muscoli? Dreniamolo via

Un rimedio per far assorbire l’acido lattico durante l’allenamento è quello di rimanere molto idratati. Bere tanta acqua prima, durante e in post allenamento, riduce le tossine e anche la presenza di questo elemento cicatrizzante. Durante la giornata occorre mangiare della frutta ricca di potassio. Anche assumere del magnesio o della creatina permette di avere una migliore azione drenante nel sangue e nel corpo.